FAQ

Hai domande sui nostri prodotti? Le domande/risposte specifiche del singolo prodotto le trovi nella scheda prodotto corrispondente.
Qui puoi scorrere tra la domande più frequenti.

  • Come scelgo un aspiratore per il mio bagno?

    La selezione di un determinato prodotto la si effettua tenendo conto delle misure del bagno, calcolando la sua cubatura e moltiplicando il risultato per 4 che sono i volumi / ora minimi di portata aria richiesti dalla Norma per una corretta ventilazione del locale in questione. Secondo parametro è se lo scarico dell’aria avviene in condotto o direttamente all’esterno con installazione su parete perimetrale. Una volta determinate le 2 variabili, si possono scegliere i prodotti consultando le schede tecniche dove sono riportati i dati tecnici.

  • Qual è la differenza tra aspiratore elicoidale e centrifugo?

    La differenza sostanziale è relativa alla spinta che il ventilatore dà all’aria estratta. I ventilatori elicoidali hanno poca pressione e quindi sono adatti per l’espulsione diretta all’esterno con installazione a parete perimetrale o vetro o in brevi canalizzazioni (max 2-3 metri). I ventilatori centrifughi hanno un’alta prevalenza e sono adatti per l’espulsione dell’aria in condotto con lunghezze superiori ai 3 metri con o senza curve.

  • Qual è la differenza tra termoconvettori e termoventitori?

    Entrambi riscaldano l’aria attraverso delle resistenze elettriche; nei termoconvettori l’aria si riscalda per convezione passando attraverso la resistenza elettrica, sono quindi totalmente silenziosi ma riscaldano l’ambiente in maggior tempo, rispetto ai termoventilatori i quali sono dotati di ventola che manda l’aria sulla resistenza e la immette nel locale; a parità di potenza sono più performanti ma leggermente più rumorosi.
    Il consumo del riscaldatore è pari alla potenza elettrica prelevata dalla rete elettica.

  • Come funziona la VMC?

    Un impianto di ventilazione meccanica controllata è un sistema evoluto di ventilazione con recupero di calore che permette l’estrazione dell’aria viziata dai locali “umidi”, ossia a più alta concentrazione di inquinanti, quali le cucine, servizi igienici e lavanderie, e contemporaneamente immette aria nuova filtrata nei locali “nobili” come le camere da letto e il soggiorno.
    Il sistema può essere installato in tutti i tipi di edifici in ristrutturazione o in costruzione limitando i consumi energetici e migliorando la qualità dell’aria controllando la temperatura, umidità.
    L’aria di rinnovo presa dall’ambiente esterno, prima di essere immessa nell’ambiente, passa attraverso i filtri che trattengono le impurità e inquinanti che normalmente entrerebbero aprendo le finestre.

  • Il sistema VMC come interagisce con il riscaldamento?

    L’impianto di VMC è indipendente dal riscaldamento e dal raffrescamento; recuperando oltre il 90% del calore contenuto nell’aria espulsa e trasferito all’aria immessa, permette alla caldaia e al climatizzatore di ridurre il loro funzionamento (apporto di energia) con un conseguente notevole risparmio energetico.

  • Chi devo interpellare per un problema sui termostati/cronotermostati?

    Per assistenza tecnica sui dispositivi, è necessario interpellare il vostro installatore elettrico oppure idraulico di fiducia. Sono disponibili inoltre sulla pagina Qual è la differenza tra termostato e cronotermostato?

    Il termostato accende e spegne l’impianto solo in funzione di una temperatura impostata mantenendo l’ambiente ad una determinata temperatura; il cronotermostato tiene conto anche del periodo di tempo impostato con regolazione oraria mantenendo l’ ambiente a quella temperatura per un tempo determinato.

  • Qual è la differenza tra cronotermostato giornaliero e settimanale?

    Il cronotermostato giornaliero consente di programmare le fasce orarie in cui azionare un impianto di riscaldamento o condizionamento in modo ripetuto per tutti i giorni. 
    Il cronotermostato settimanale consente di programmare le fasce orarie in cui azionare un impianto di riscaldamento o condizionamento in modo diversificato per tutti i giorni. 

  • Qual è la differenza tra cronotermostato a fili e wireless?

    Il tradizionale cronotermostato monta il relè utilizzato per la termoregolazione a bordo del dispositivo sul quale verrà effettuata l’opportuna personalizzazione/programmazione.
    Sul cronotermostato wireless la personalizzazione/programmazione verrà effettuata sul dispositivo, mentre i collegamenti per la termoregolazione verranno effettuati sull’ attuatore separato.
    Cronotermostato e attuatore dialogheranno tra loro in radiofrequenza.

  • Qual è la differenza tra un cronotermostato wifi e uno gsm?

    Il cronotermostato del tipo wifi consente la comunicazione da remoto tramite l’applicazione “Intelliclima+” scaricabile sugli smartphone/tablet Android/IOS fruttando la rete dati internet all’ interno dell’ambiente dove verrà collocato il dispositivo.

    Il cronotermostato del tipo gsm è predisposto per inserimento al proprio interno di una sim-card abilitata al traffico in modalità gsm. La comunicazione avverrà con l’invio di comuni sms dal proprio smartphone Android/IOS, scaricando il credito residuo in base al proprio profilo tariffario.
    Anche sul cronotermostato gsm è possibile utilizzare l’applicazione “Intelliclima+” ma verrà generato ugualmente un sms.

  • Che differenza c’è tra le temperature di Comfort e la temperatura di Economy sui termostati/cronotermostati?

    T Comfort è un valore di temperatura da impostare, secondo le proprie esigenze, per avere una temperatura maggiormente calda a determinate ore del giorno;
    T Economy è un valore di temperatura da impostare, secondo le proprie esigenze, per avere una temperatura di mantenimento inferiore rispetto alla T di Comfort, in altri orari del giorno o della notte, quando non è richiesto particolarmente calore.

  • Come avviene il passaggio tra le temperature T Comfort e T Economy sui termostati?

    Nei termostati il passaggio da T Comfort a T Economy, avviene pigiando l’apposito tasto di commutazione previsto sui dispositivi e non in maniera automatica come nei cronotermostati.

  • Chi devo interpellare per un problema sui termostati e cronotermostati?

    Per assistenza tecnica sui dispositivi, è necessario interpellare il vostro installatore elettrico oppure idraulico di fiducia. Sono inoltre disponibili, nelle schede dei singoli prodotti su questo sito, i video tutorial per la configurazione dei cronotermostati.

Non hai trovato la risposta che cercavi? CONTATTACI

RESTA INFORMATO CON TOP FAN!

Iscriviti alla nostra newsletter

1
Benvenuti!

Per scaricare il catalogo devi accedere all'area riservata.