Qual è il cronotermostato che fa per te? Guida alla scelta

Come scegliere il cronotermostato che risponde meglio alle tue esigenze e all’esperienza d’uso che vorresti 

22/09/2020  |  Fantini Cosmi Tempo di lettura
6
min.
6

Quadrati, rettangolari, rotondi, elettronici, digitali, wifi, con touchscreen, comandabili da app o con i comandi vocali… oggi la scelta di un cronotermostato non è per nulla semplice perché il mercato offre veramente tantissimi modelli, che si differenziano per design, funzioni, programmazione, alimentazione e molto altro ancora. Ecco quindi alcuni suggerimenti “per i non addetti ai lavori” utili per scegliere il prodotto che fa al proprio caso.

Prima di tutto ricordiamo che, al contrario del termostato – che permette l’attivazione e la regolazione manuale del funzionamento del riscaldamento-, il cronotermostato consente la programmazione dell’accensione e dello spegnimento del riscaldamento secondo i nostri desideri. Quindi, chi sta valutando un cronotermostato sta già cercando un prodotto che risponde a due esigenze precise: il proprio comfort e il risparmio energetico.

Ma in commercio esistono molti modelli di cronotermostati e nonostante ci sia una certa somiglianza, in realtà sono molto diversi tra loro. Proviamo a fare chiarezza, mettendo in evidenza le differenze base da conoscere e i plus e minus di ogni soluzione per quanto riguarda l’esperienza d’uso.

CRONOTERMOSTATO ANALOGICO

Si tratta di quei cronotermostati che molti di noi hanno visto nelle case dei propri genitori o nonni. Si basano su tecnologia analogica e presentano sul frontalino un orologio meccanico a cavalieri: aprendo il frontalino si accede ai comandi per selezionare manualmente la temperatura desiderata di ora in ora, regolando così l’accensione e lo spegnimento del riscaldamento. Si tratta di prodotti più semplici da programmare rispetto a quelli più moderni, ma hanno lo svantaggio che nella maggior parte dei casi la programmazione è solo giornaliera e quindi non è possibile differenziare un giorno dall’altro.

CRONOTERMOSTATO DIGITALE

É l’evoluzione di quello analogico. Il design e la tecnologia fanno un passo avanti. Il frontalino con l’orologio meccanico lascia il posto a un pannello digitale, dove sono riportati i valori principali, e ad alcuni tasti. È possibile effettuare una programmazione differente tra giorni diversi, in funzione dell’ora e del giorno della settimana, per un comfort maggiore, oltre ad offrire in molti casi anche programmi aggiuntivi. Si tratta di cronotermostati che richiedono una programmazione più attenta, ma che un semplice manuale di istruzioni può aiutare a completare in autonomia.

CRONOTERMOSTATO DIGITALE WIFI

È l’ultima e più recente generazione di cronotermostato. I modelli di cronotermostati WiFi si connettono al router WiFi domestico e sono accoppiati ad un’applicazione per dispositivi mobili (anche Fantini Cosmi ha la sua app proprietaria, Intelliclima+). Grazie al collegamento da remoto, è possibile accendere o spegnere il riscaldamento quando ci si trova fuori casa, monitorare la temperatura dell’ambiente, modificare la programmazione ecc. 

Per ogni singolo giorno, un cronotermostato WiFi permette una maggiore flessibilità per quanto riguarda i “periodi” (quindi gli intervalli di ore) programmabili.

Un crono WiFi può risultare più complesso da utilizzare per utenti poco “digital”, ma offre realmente molti vantaggi. 

CRONOTERMOSTATO SMART

Oggi si parla di cronotermostati smart, l’ultima evoluzione di questa tipologia di prodotti. I più avanzati sono comandabili con la voce tramite app oppure tramite smart speaker come Google HomeTM e Amazon AlexaTM.

Fantini Cosmi ha seguito l’evolversi delle tecnologie smart e a oggi l’intera gamma di cronotemostati WiFi  (composta dai modelli CH180WiFi, CH180RFWiFi, CH193WiFi e CH193BwiFi e dal nuovissimo C800WIFI) può essere gestita con i comandi vocali.

La continua ricerca e sviluppo su questi prodotti punta ad arrivare a una gestione del tutto autonoma del riscaldamento da parte del cronotermostato. Ciò è possibile sfruttando diverse rilevazioni: la temperatura esterna, quella interna, la presenza o assenza in casa dell’utente (rilevata attraverso la geolocalizzazione sul nostro smartphone), la temperatura che desideriamo ecc. In base a questi parametri, e grazie all’elaborazione di algoritmi di intelligenza artificiale, il termostato è in grado di apprendere le nostre abitudini e formulare un programma personalizzato senza il nostro intervento, in totale autonomia.

Come orientarsi?

Con tutta questa offerta, scegliere il prodotto giusto per la propria abitazione non è semplice. 

Conviene ancora comprare un termostato analogico? Quando è opportuno valutare un termostato smart? Quale categoria garantisce la migliore efficienza?

La prima domanda da porsi è chi lo userà e quanto questo utente è avvezzo alla tecnologia. Se non hai lo smartphone e non usi le app, non puoi comprare un cronotermostato WiFi. In questo caso, meglio scegliere i modelli analogici che ti svincolano dall’esigenza di avere una connessione Internet e avrai comunque, soprattutto nei modelli analogici più evoluti, le principali funzionalità.

Se invece sei un amante della tecnologia, la tua è una “smart home”, e ami usare Google Home e Amazon Alexa per comandare i dispositivi intelligenti presenti nella tua casa, allora il termostato smart è quello che fa sicuramente al tuo caso!

QUESTIONE DI DESIGN!

A volte la scelta è guidata dall’aspetto estetico del prodotto. Un cronotermostato di design è sicuramente più bello da vedersi e permette di integrarsi bene anche in ambienti molto curati dal punto di vista dello stile. Ecco allora che subentrano altri criteri di scelta quali il colore del dispositivo, la forma, i materiali, le linee pulite, le luci a led che permettono di vedere i valori principali, e altre caratteristiche su cui i produttori lavorano con sempre maggiore attenzione per garantire anche a questo prodotto un posto di primo piano nelle nostre case.

RICORDA CHE…

… è obbligatorio dotarsi di un cronotermostato nella propria abitazione. La normativa vigente è il DPR 412/93 modificato ed integrato da decreti legislativi successivi quali il Decreto Legislativo 192/05, il Decreto Legislativo 311/06 e da ultimo il DPR 59/09. Tutte queste leggi stabiliscono l’obbligo di installazione di dispositivi che consentono la regolazione della temperatura degli ambienti su due livelli di temperatura. 

AFFIDATI A UN ESPERTO

Per la scelta finale consigliamo in ogni caso di rivolgerti al tuo installatore di fiducia: non tutti i cronotermostati WIFI sono uguali e quindi occorre fare attenzione ad alcune caratteristiche per assicurarti di acquistare un modello compatibile innanzitutto con la tua caldaia, e non solo con i tuoi desideri!

RESTA INFORMATO CON FAN NEWS!

Iscriviti alla nostra newsletter
Benvenuti!

Per scaricare il catalogo devi accedere all'area riservata.

Informazioni tecniche sui prodotti
Tutti i documenti a disposizione
Per un prodotto specifico
Quale documentazione stai cercando?

Seleziona il tipo di documento che ti interessa

Entra nell'aria riservata

Per vedere tutti documenti a disposizione accedi all'area riservata

Ricerca attraverso i suggerimenti per area di prodotto

Inserisci il nome o il codice del prodotto. oppure una parola chiave

Soluzioni per la casa
Di cosa hai bisogno?

Seleziona la tipologia di soluzione che cerchi